Illuminati Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Salmo (parte 1)

nella musica > Italia > Tanta Roba Label


SALMO


Maurizio Pisciottu, meglio conosciuto com Salmo è un rapper, beatmaker e writer italiano.

Prima di analizzare la sua storia e i messaggi che, volente o nolente trasmette, iniziamo a mostrarvi la sua "firma" artistica.




La scelta di questo artista è stata quella di includere una croce rovesciata all'interno della scritta che compone il suo nome.

Una scelta che a nostro avviso non gode di molte interpretazioni ed inevitabilmente ci fa pensare che questo artista sia quantomento "simpatizzante" del satanismo.

Attivo sin da giovanissimo nella scena musicale incide le sue prime strofe intorno ai 13 anni.

I primi lavori del rapper sono "Premeditazione e dolo", "Sotto pelle" e "Mr. Antipatia" con cui inizia a farsi conoscere ed attirare attenzione su di se'.

Il primo album da solista arriva solo nel 2011, prodotto dalla Kick Off Records
"The island chainsaw massacre"





Il primo singolo con video musicale annesso è "Il senso dell'odio" e subito qualcosa ci salta agli occhi...



se avete avuto modo di leggere altri articoli in questo sito sarete sicuramente già incappati in questo "segno".

Qualche esempio?


la mano mette in evidenza l'occhio (in riferimento all'occhio di Horus) mentre le dita formano il triplice 6 satanico.

Questo segno, vi invitiamo a fare una ricerca, è largamente diffuso nel mondo dell'arte in tutto il mondo.

Il nostro intento non è quello di scontati e inutili moralismi per cui non parleremo del testo e del messaggio che vuole trasmettere ma ci limitiamo ad osservare e interpretare, qualora ci fossero, messaggi subliminali a sfondo massonico e/o satanico.

Certo è che se nell'intera carriera di un artista notassimo solo uno o due simboli sarebbe più facile parlare di "casualità" o di "coincidenza".

Una delle prime barriere dello scetticismo è convincersi del
"a tutti puo' capitare prima o poi di fare quel segno".

Inziamo pero' a dubitare della "coincidenza" quando nel video del secondo singolo estratto "Rancho della luna" ritroviamo lo stesso segno...



La visiera con la scritta "Obey" (Obbedisci) ci strappa un sorriso...


Andiamo oltre e finiamo sul video del brano "L'Erba di Grace"


Ancora nel video del brano "Yoko Ono"


Nel video di "Un Dio Personale" è presente in maniera massiccia


Dal primo album escono tanti video di supporto ai brani e dopo questa lunga serie di 666 passiamo alle corna.

Il video è di "Nella pancia dello squalo"

 


Attenzione... qui non si vuole affermare che fare il gesto delle corna equivale necessariamente ad essere satanista ma come possiamo vedere molto spesso ci sono più segnali che portano inevitabilmente a dubitarne.

Analizzando il primo album da solista di Salmo siamo incappati sicuramente in una serie di "coincidenze" che difficilmente avremmo notato se non avessimo guardato i suoi video in rapida successione.


Il primo album attira l'attenzione di critica e addetti al lavoro...

Tra tutti, i suoi lavori, attirano Tanta Roba Label sotto forma di Dj Harsh (uno dei fondatori dell'etichetta)


Harsh è molto interessato a Salmo tanto che lo convince a firmare un contratto per Tanta Roba Label.



Avevamo già fatto notare nell'articolo dedicato ad Ensi che il logo di quest'etichetta pare avere dei chiari riferimenti alla piramide massonica.




L'etichetta investe sul secondo album da solista del rapper che lo scriverà in una sola settimana.

DEATH USB


Osservando la copertina notiamo la croce rovesciata sulla fronte della maschera che la compone, che ormai sembra un vero "segno di riconoscimento" dell'artista.

La seconda traccia del nuovo album "Il Pentacolo" racconta perfettamente cosa vuol dire spesso firmare per una certa etichetta discografica.

Vi consigliamo la visione prima di commentarlo.



Avrete sicuramente dato un'interpretazione a tutto questo.

Vediamo...

Il video si apre con quest'immagine


Quello che sembra un palco (probabilmente di un circo) in cui entra un ipotetico presentatore.

La sensazione è che non ci sia pubblico e il pentacolo inciso sul legno domina la scena.

Potete approfondire il significato del pentacolo e degli altri simboli qui


Durante questa scena possiamo ascoltare il suono di un carillon distorto che ci da il primo segnale di "cambiamento".

Il carillon è uno di quegli elementi che ci riportano inevitabilmente all'infanzia e ci da un senso di tranquillità e sicurezza.

Il fatto che il suono sia distorto ci suggerisce che non siamo più cosi' al sicuro.

Molto spesso gli artisti "controllati" danno chiari riferimenti alla loro parte infantile e innocente irrimediabilmente compromessa.


 


Non si contano le metafore con cui viene espresso questo concetto.

Il motivo per cui Salmo perde la sua "purezza" non si fa aspettare e la possiamo chiaramente spiegare con l'immagine successiva.


Questa immagine spiega chiaramente l'affinità che l'artista ha col Diavolo quasi come se il male sia un suo ottimo alleato.


Salmo non volta le spalle al Diavolo, anzi i due si riconoscono e si guardano a vicenda.

Non a caso l'immagine è stata girata in modo che tra i due volti fosse presente un pentacolo che puo' essere interpretato come l'elemento di congiunzione tra l'uomo e il Diavolo.


Il Diavolo prende posto sul pentacolo quasi volesse godersi lo spettacolo.


Possiamo vedere una figura che rassomiglia ad una sirena (esce dal mare) la quale pero' ha un volto demoniaco.

Il canto della sirena (dal quale l'uomo non puo' essere immune) equivale all'opera di convincimento che viene usata sugli artisti ai quali vengono promessi fama, potere e denaro, da personaggi solo apparentemente benevoli.




Da notare come il pentacolo, rispetto alle prime immagini, ha la punta rivolta verso il basso.

La punta, che rappresenta lo spirito, è rivolta verso il basso in contrapposizione alle due punte che simboleggiano invece la materia.

Il concetto di base del satanismo è l'elevazione della materia sullo spirito.

Questo frame è importante nella comprensione del video anche per la donna con il cane al guinzaglio.

La donna rappresenta probabilmente il manager o l'etichetta discografica mentre il cane rappresenta l'artista.



 


L'artista viene "affidato" al Diavolo che puo' iniziare la sua opera di convincimento.


Nel momento in cui l'artista viene "sedotto" e accetta di firmare il contratto il velo di innocenza viene tagliato per sempre.


Da quel momento il male si insedia in lui e la sua anima è compromessa.


Salmo con questo brano ci vuole dire che firmare un contratto discografico con una certa label equivale a firmare un contratto con il Diavolo.

Come alcuni di noi sanno questo va ben oltre la metafora.

Ricordiamo che parte delle maggiori etichette discografiche sono uno dei mille tentacoli del potere occulto composto da alcune famiglie di credo satanista.

I satanisti credono fermamente nella possibilità di vendere la propria anima al Diavolo in cambio di favori.

Molti artisti in tutto il mondo hanno ammesso di aver venduto l'anima al Diavolo e non in senso metaforico.

Quella di Bob Dylan ne è un ottimo esempio.


Analizziamo il testo di questa canzone citando alcuni passaggi che vanno inevitabilmente a confermare la nostra tesi

"Ogni artista ha un prezzo..."
(nel senso che ogni artista puo' essere corrotto)

"Nuoto tra gli squali cravatta nella mia pozza di sangue"
(gli squali cravatti sono i manager e le etichette discografiche)

"Vestono i tuoi panni, scrivono canzoni su misura e c'è chi ancora lo sente ma non lo ascolta"
(agli artisti sui quali l'etichetta investe, spesso vengono imposte delle canzoni studiate a tavolino le quali sono intrise di messaggi subliminali.
Qui salmo si riferisce anche agli ascoltatori che "sentono" la canzone ma non la "ascoltano" veramente, poichè non sono in grado di recepirne i veri messaggi)

"spesso i compromessi sono l'unica chiave di lettura"
(ammette che spesso l'unico modo per far successo è il compromesso)

"forse non hai capito
mai stato tuo amico
mai visto e sentito dalla parte del nemico
pagano caro tutto quello che ho
questo è machete flow.
Tutto quello che ho sempre voluto
è prendermi cio' che mi spetta senza chiederti aiuto
mani intrecciate come i corpi sotto al velluto
l'ultima preghiera l'ultimo saluto il contratto è scaduto"
(questa è la parte più controversa del testo.
Salmo recita queste parole faccia a faccia col Diavolo e da un primo ascolto sembra quasi che l'artista voglia distaccarsi dal male.
In effetti è cosi' perchè ci confida che il suo sogno sarebbe stato quello di ottenere tutto quello che ha sensa dover ricorrere all'aiuto del Diavolo.
Suona piu' come un rimpianto poichè l'artista ha già firmato il suo contratto.)

"se firmo sul contratto con il simbolo del pentacolo
è perchè stai facendo un patto col Diavolo"
(la chiara ammissione della nostra tesi)



Nel terzo brano dell'album "Narcoleptic Verses Pt.1" abbiamo una citazione

"Vedo dal terzo occhio come tra gli Illuminati"

Dallo stesso album viene estratto "Demons to Diamonds" e nel video notiamo l'ennesimo 666 satanico.



Nel frattempo Salmo collabora ai vari "Machete Mixtape" facente anch'egli parte della crew.

Salmo si "esprime" appieno nel brano "Pennywise 666".

Il ritornello recita...

"Per far suonare Salmo in giro chiama il 666"

continua alla parte II

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu